ConTeSto - Centro Studi e Formazione

Orientamento scolastico

Orientare significa mettere l’individuo nella condizione di prendere coscienza di sé e di essere in grado di poter attuare la scelta scolastica o professionale più adeguata a sé stesso e ai propri interessi. La scelta deve essere vissuta come opportunità e non come una responsabilità gravosa.

L’orientamento scolastico e professionale è utile per tutte le persone che vivono in un determinato momento della loro vita una situazione di incertezza e di confusione, di difficoltà decisionale, di non consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza, di non conoscenza circa le proposte formative e professionali che l’ambiente e il territorio offrono.

Orientare significa mettere l’individuo nella condizione di prendere consapevolezza nel momento in cui si trova a dover fare una scelta, scolastica o professionale che sia, e di far fronte, per l’adeguamento dei suoi studi e della sua professione, alle mutevoli esigenze della vita, con l'obiettivo di raggiungere il pieno sviluppo della persona. Saper scegliere che direzione prendere diventa allora molto importante, sia che si tratti di persone giovani, che di persone adulte che vogliono o si trovano nella condizione di dover cambiare lavoro.
Quindi l’orientamento assume il significato di aiutare una persona ad affrontare un processo decisionale per giungere ad assumere una determinata scelta. La persona deve essere considerata come l’agente principale del suo sviluppo, e ogni scelta deve avere l’individuo al centro dell’attenzione. E’ necessario considerare l’individuo nella sua globalità e, quindi, nelle sue diverse dimensioni psicologiche: gli aspetti cognitivi, quelli affettivo-emotivi e quelli sociali. Bisogna essere in grado di valutare le proprie attitudini e la congruenza tra valori/interessi personali ed effettivi sbocchi lavorativi.
La presa di decisione deve maturare all’interno di un progetto personale: quindi l’orientamento va visto come auto-orientamento. La consulenza psicologica aiuta a focalizzare l’attenzione su due poli: quello esterno (realtà scolastica, lavorativa, sociale, ecc.) e quello personale, mettendo in luce le potenzialità, le preferenze e i valori della persona. La conoscenza di questi elementi facilita la selezione di una scelta più matura e a non farsi fuorviare da aspettative poco realistiche, proprie o appartenenti ad altre persone.

I colloqui di orientamento diventano così un fondamentale sostegno per la promozione dello sviluppo della persona che saprà auto-orientarsi, sulla base delle proprie capacità e dei propri interessi.

Gli obiettivi dell’orientamento sono quelli di:
- fornire un supporto nella costruzione di un progetto e di percorsi formativi;
- favorire una riflessione sulle proprie potenzialità per valorizzare i propri punti forza ed identificare le aree di miglioramento;
- fornire strumenti ed informazioni per il potenziamento di abilità decisionali.

 


 

Questo sito utilizza i cookies al fine di una migliore fruibilità ed un servizio reattivo e personalizzato.
Continuando la navigazione, l'utente acconsente ed accetta l'utilizzo dei cookie.