ConTeSto - Centro Studi e Formazione

Psicomotricità

La terapia psicomotoria identifica lo sviluppo infantile come l’insieme di movimenti, esperienze, pensieri, emozioni ed azioni. Nel gioco, il bambino pone in relazione tra loro l’attività motoria, la sfera emotiva e quella cognitiva. Il concetto di “psico-motricità” sottolinea il legame tra processi motori e processi psicologici.

La psicomotricità al centro ConTeSto utilizza il gioco, il corpo e il movimento come risorse privilegiate di relazione e di apprendimento: muovendosi, giocando, esprimendo se stesso attraverso l’azione il bambino affina non soltanto importanti abilità (equilibrio, concentrazione, attenzione, capacità grosso-motorie e fini...), ma riesce anche ad entrare in comunicazione con il profondo sé e gli altri.

I bambini sono sempre in movimento: corrono, saltano, fanno capriole… usano le mani per giocare e per svolgere le attività quotidiane. Anche pitturare, disegnare e scrivere, la mimica ed i gesti sono movimenti. In movimento e attraverso il movimento i bambini esplorano il loro mondo e fanno l’esperienza di poter cambiare le cose, di esserne i creatori.    
Non tutti i bambini sono uguali. Lo sviluppo motorio di ciascun bambino varia sensibilmente da soggetto a soggetto. Ciascun bambino, infatti, ha diversi punti di forza e di debolezza, così come particolari interessi e attitudini.

In alcuni bambini sono presenti delle anomalie motorie, percettive e comportamentali che possono manifestarsi come:
- Disturbi della coordinazione motoria e disprassia;
- Instabilità e inibizione motoria;
- Disordine dello schema corporeo;
- Ritardi psicomotori;
- Disturbi dell’apprendimento;
- Disturbi attentivi;
- Ritardo mentale;
- Disturbi generalizzati dello sviluppo;
- Disturbi del comportamento e della comunicazione.

La terapia psicomotoria offre ai bambini, il cui sviluppo è pregiudicato dalle suddette difficoltà, stimoli mirati alle necessità individuali di ciascuno.     
S’impara giocando in uno spazio ricco, vario e colorato in cui l’operatore accoglie le produzioni del bambino, le difficoltà, le paure, le scoperte, i desideri, favorendone l'espressione e la comunicazione, essendo disponibile all'ascolto e allo stesso tempo promuovendo sicurezza.

 


PROGETTI ANNO SCOLASTICO 2018/19

IC FENEGRO' CLASSI 1° E 2°: Progetto di psicomotricità per bambini scuola primaria.

ISTITUTO SAN CARPOFORO (CO) SCUOLA INFANZIA: Progetto di psicomotricità per bambini scuola infanzia.

I.C. GRANDATE (CO) SCUOLA INFANZIA: Progetto di psicomotricità per bambini scuola infanzia.
I.C. GRANDATE (CO) SCUOLA PRIMARIA: Progetto di psicomotricità per bambini scuola primaria.
I.C. BORGOVICO (CO) SCUOLA PRIMARIA: Progetto di psicomotricità per bambini scuola primaria, PROGETTO PON.

PROGETTI ANNO SCOLASTICO 2017/18

IC FENEGRO' CLASSI 1° E 2°: Progetto di psicomotricità per bambini scuola primaria. Primo quadrimestre 110 ore

SCUOLA DELL'INFANZIA OLGIATE VIA RONCORONI:  Progetto di psicomotricità per bambini piccoli.
100 ore curriculari

SCUOLA DELL'INFANZIA OLGIATE VIA REPUBBLICA:  Progetto di psicomotricità per bambini piccoli.
50 ore curriculari

PROGETTI ANNO SCOLASTICO 2016/17

SCUOLA DELL'INFANZIA OLGIATE:  Progetto di psicomotricità per bambini piccoli.
108 ore curriculari

PROGETTI ANNO SCOLASTICO 2015/16

SCUOLA DELL'INFANZIA OLGIATE:  Progetto di psicomotricità per bambini piccoli.
108 ore curriculari

PROGETTI ANNO SCOLASTICO 2014/15

SCUOLA DELL'INFANZIA OLTRONA S. MAMETTE. Saltando da stagione in stagione.
Proposta ludico psicomotoria rivolta ai bambini dei gruppi dei piccoli


Dr.ssa Erika Guidolin, Neuropsicomotricista

Mi chiamo Erika e, lo stupore che ho vissuto fin da piccola pensando alle infinite possibilità di creare attraverso la fantasia, mi ha portata a scegliere un lavoro in cui posso avere il privilegio di giocare ogni giorno della mia vita, utilizzando proprio il gioco come strumento per dare benessere e aiutare gli altri! Presso ConTeSto mi occupo di valutazioni e terapie neuropsicomotorie individuali e in piccolo gruppo.

La mia formazione:

Mi sono laureata a pieni voti con lode in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva nel 2013 presso l’università Statale di Milano; a seguire ho conseguito un master in DSA; ad oggi, oltre ad effettuare terapie neuropsicomotorie di tipo relazionale e funzionale, mi occupo anche di metodo Feuerstein, di terapia ABA e di ri-educazione del gesto grafico. Nella mia formazione ho cercato di non darmi limiti e di approcciarmi ad ogni metodo che potesse arricchire la mia pratica neuropsicomotoria.


Dr.ssa Chiara Cetti, Neuropsicomotricista

Eccomi, io sono Chiara. La relazione che si instaura con un bambino è fonte di ricchezza e stimolo personale, per questo mi ritengo fortunata a lavorare nell’ambito della prevenzione e riabilitazione in età evolutiva. La mia professione mi permette di utilizzare uno strumento apparentemente semplice, ma estremamente efficace: il gioco. Attraverso di esso è possibile lavorare in maniera funzionale e finalizzata, potenziando ed implementando competenze deficitarie. Presso il Centro Studi e Formazione ConTeSto mi occupo di progetti psicomotori preventivi –educativi all’interno di contesti scolastici (scuola dell’infanzia e primaria) e di valutazioni e terapie individuali neuropsicomotorie.

La mia formazione

Mi sono laureata in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva presso l’Università degli Studi di Milano, nel novembre 2017, con il massimo dei voti.


Dr. Giuseppe Benevento, Neuropsicomotricista

Ciao sono Giuseppe! Ho scelto questo lavoro perché mi piace essere a contatto con i bambini, aiutarli a crescere ed affrontare le proprie difficoltà all’interno del loro ambito di sperimentazione principale: il gioco. Presso ConTeSto mi occupo di valutazioni neuropsicomotorie, terapie riabilitative neuropsicomotorie individuali e in piccolo gruppo; gestisco inoltre progetti di educazione psicomotoria all’interno delle scuole primarie.

Ho lavorato nella scuola primaria come insegnante di sostegno: questa esperienza mi ha arricchito e mi ha permesso di imparare a leggere le difficoltà e i punti di forza dei bambini anche all’interno di un contesto differente dalla terapia.

La mia formazione:

Mi sono laureato in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva nel 2016 presso l’università degli studi di Milano Bicocca; dal 2015 sono abilitato al metodo S.a.M. (Sense and Mind) per il trattamento dei disturbi spazio temporali, disprassie e disgrafie. Sono Applicatore Metodo Feuerstein, PAS Basic I livello. Nel 2019 conseguirò un master di I livello in Metodologie Didattiche, Psicologiche, Antropologiche e Teoria e metodi di progettazione. La mia formazione sarà in continuo aggiornamento perché credo sia molto importante apprendere nuovi metodi e nuove conoscenze per arricchire il mio lavoro.